Lettere al direttore

Caro Egregio Direttore di Scie Comiche, stamattina mi è accaduto un fatto che non mi era mai capitato prima. Verso le dieci, all’improvviso ha cominciato a riscaldarsi notevolmente la caldaia. Ho provato ad aprire lo sportello del mobile ma niente. Dopo circa mezz’ora mi sono convinta a chiamare l’idraulico. Che non è venuto subito. E’ entrato ed è stato circa un’ora e mezza a manovrare il tubo all’interno della caldaia, fino a fare in modo che, dopo un getto fortissimo, questa tornasse a funzionare normalmente ed alla sua temperatura. Crede che sia il caso di trovare uno che sia bravo a rompere la caldaia la sera in modo che l’idraulico me la possa venire a mettere a posto la mattina? Devotissima.

(Rita Sconforto)

Gentile Rita, innanzitutto vorrei ricordarti che un emendamento alla Legge di Stabilità ha previsto l’obbligatorietà di manutenzione della caldaia ogni 4 anni, a differenza della precedente normativa che fissava il controllo annuale. Ma presumo che la tua caldaia abbia problemi diversi da quelli del “controllo fumi”. Temo che si tratti di danni da scarso utilizzo. Inoltre da quanto leggo ipotizzo che tuo marito non abbia l’attrezzatura adatta nè l’abilità per affrontare le problematiche relative al surriscaldamento dell’apparecchio. Le opzioni sono due: la prima è quella di chiamare un caldaista ben attrezzato, che possa stappare lo sfiatatoio con il getto finale, anche esterno. In alternativa potresti attuare questo pratico consiglio di fai da te: inserisci più volte nel foro inferiore (della caldaia) uno strumento denominato D1Ld0, che puoi trovare dai rivenditori autorizzati. Assicurati che sia ben oliato, e procedi con movimenti viavia più accelerati, posizionando l’interruttore su On. Vedrai che la caldaia, dopo poco, si surriscalderà per poi dover essere raffreddata con acqua corrente. Fammi sapere. Il Direttore.

Buonasera signor Direttore, tramite passaparola con le amiche, ho contattato un idraulico extracomunitario. E’ di Dakar ma è tanto gentile. Devo dire che utilizza dei metodi rudi ma innocenti, come i tubi omonimi. Ho risolto tutti i problemi alla caldaia, che ora funziona perfettamente,anche se ogni tanto fa le scintille. E mio marito ci può appoggiare le mani quando torna dal lavoro in campagna. Devotissima.

(Rita Sconforto)

Un pensiero su “Lettere al direttore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...