Pillole

Pillole di letteratura.

Allucinazioni.

Prima ho visto una coppia di donne,
poi passare tre re,
adesso vedo una bella scala,
ma vaffanculo tu e il Texas hold’em.

(“Che casinò!”, di La Tata Pupilla, ed. Controbuio)

… il tenente Jameson era preoccupato. Il caso dell’assassinio della signora Solomon e di suo marito sembrava all’apparenza di facile soluzione.Tuttavia questa volta c’era qualcosa che rendeva le indagini difficilissime: i coniugi Solomon non avevano il maggiordomo.

(Il caso che però non era il caso, di Derrick Rex, ed. Cluedo, 1975)

Guardando il sole.

Guardo il sole e vedo te
Riflessa come in uno specchio
Per ore ed ore lo fisso e penso
Dove troverò un’altra rétina?

(Nick Rayban, “La volpe e gli UVA”, ed. Cechov, 1996)

…spesso le ciambelle non riescono col buco. Guardandole pensi che il fornaio abbia commesso un errore, ma magari voleva semplicemente fare dei biscotti e sei tu che non hai capito una mazza.

(Fabio Atterro, “Esco a fare due puzze”, ed. Immondo, 2013)

…e tutto gli apparve più nitido: la città, le luci, il lago e la montagna davanti. Poteva respirare un’aria cristallina e il freddo pungente gli allargava le narici. Quasi quasi aveva fatto bene a frantumare il vetro della finestra del tinello con quella mazza.

(Joe Wayn Frantumi, Modifiche e upgrades alla struttura domestica, ed. Architravone, 1996)

Nebbia.
Di Edgar Stevenson.

Se vedete così,
50 km/h,
Se vedete così così,
25 km/h.

(Da Anas Aiscat e altri cartelli, ed. Men At Work, 2011)

…il topo Squittino prese la strada del bosco e si diresse verso la casa della fidanzata. La notte era ormai calata e Squitto doveva camminare seguendo le lucciole. “Vieni bel topolone!” gli dicevano, “Vuoi fare ammore?” Ma lui passava avanti senza curarsene. In effetti lo attendeva gratis una bella topa.

(Roditori e roditrici, Mary Triece, ed. Di Bocca, 2012)

…Quella notte Ling Tzu risalì il fiume per dieci miglia, fino a raggiungere il canneto che circondava lo stagno d’oro. La luna bianca si specchiava nella pozza e non un filo di nebbia si interponeva, sì che l’immagine riflessa appariva nitida, e la luna pareva immersa nell’acqua invece di essere nel cielo. Si sedette in meditazione profonda e cominciò ad intonare il consueto Om. Al decimo Om, il discepolo Ying Xi si alzò da un cespuglio. ‘Oh Maestro,’ esclamò, ‘hai fatto tutta questa strada solo per rompermi i coglioni mentre sto cagando?’ E gli puntò contro la torcia MagLite. Ling Tzu fu illuminato.

(Storie del lago e altri koan, Lao Ming, ed. Tenderly, 1213)

…Mario scese dal tram e si diresse verso la casa di Beatrice. Un vecchio portone gli si parò davanti. Mosse lo sguardo fino a trovare il citofono. Si fece coraggio e premette il bottone con scritto ‘Beatrice Fazi’. Attese qualche secondo, finché una sottile voce di donna dall’altro capo domandò: ‘Chi è?’ Gli sembrò di rinascere, fece un lungo respiro, e con tutto il fiato che aveva in gola urlò: ‘Suuuucaaaaaa’ e scomparve nella notte.

(Amore per scherzo, Stefano Ceppetto, ed. Stock-Hudson, 1985)

Quando uomo vuole con donna, spesso non ci sono cazzi,
Quando donna vuole con uomo, mai ci sono cazzi.

(Lupo pelo grigio, Tribù Apache in Terra, da Libro delle gesta degli indiani d’America, ed. Custer, 1894)

…Sheria la fata delle nebbie lanciò l’anello di Gotan contro il tronco, e la pianta di Benidia si animò. “Come hai osato,” urlò il vegetale “mai nessuna delle fate di Xerdon aveva mai disturbato il mio sonno.” O albero Corinide, il mio anello Gotan a contatto con la Benidia si trasformerà in un potente amuleto Vulcar e con la forza di mille Winder distruggerà la foresta Restan.

(Maghi e fate come vi pare, Nicola Burdan Drasan Brandan ed. Murdaxedbaradotun, 1998)

…avanzando con il sedano tra le mani, immaginava il momento in cui avrebbe colpito Cindy sulla fronte. Camminando tra i passanti fingeva indifferenza, eppure si sentiva osservato, come un picchio con la cravatta a pianoforte, o come un prete nudo nel reparto giardinaggio di Castorama.

(Marc Frost, Minacce da un operatore telefonico, ed. Fastweb, 2011)


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...